HAVAL H2: il SUV che arriva dalla Cina

Siamo stati alla presentazione ufficiale dello sbarco nel mercato italiano del marchio cinese HAVAL, che entra con determinazione con il SUV compatto HAVAL H2, segmento C che si presenta con una dotazione di eccellenza e un rapporto qualità-prezzo imbattibile, disponibile presso la rete a partire dal mese di settembre.

In Italia i modelli HAVAL e Great Wall sono importati e distribuiti – dal 2016 – da Eurasia Motor Company s.r.l., con a capo l’Amministratore Delegato Federico Daffi. Di Great Wall, HAVAL è il brand dedicato alla produzione di Sport Utility Vehicle e sicuramente il marchio più importante, dal momento che in patria è il primo produttore di SUV e ha venduto a livello globale oltre 5 milioni di modelli.

HAVAL è impegnata anche per quanto riguarda lo sviluppo di motori “ecologici” e rispettosi dell’ambiente. Con i suoi 8 centri di ricerca e sviluppo diffusi in tutto il mondo, HAVAL è ai primi posti per quanto riguarda lo sviluppo della guida autonoma. L’obiettivo è di presentare in occasione delle Olimpiadi Invernali di Pechino nel 2022 – quindi in casa – il suo primo SUV con motore a idrogeno.

HAVAL H2

HAVAL H2 è lungo 4,3 metri, largo un metro e mezzo e alto circa un metro e sessanta. Si posiziona in un mercato dominato in Italia da Fiat 500X, Jeep Renegade e Volkswagen T-Roc. Il design non è certo da oscar, ma è piacevole alla vista e presenta buone scelte stilistiche, come la linea cromata che unisce il gruppo ottico posteriore.

L’anteriore è sicuramente più personale, grazie alla grande griglia frontale che si sviluppa sia in larghezza sia in altezza. I gruppi ottici sia anteriori sia posteriori hanno una forma invece regolare, anche nelle dimensioni, e hanno tecnologia full LED di serie su tutti gli allestimenti.

Ad una prima occhiata lasciano un’ottima impressione anche gli interni. Viste le dimensioni sembra capiente anche il bagagliaio, in linea con la concorrenza.

Dotazione e sicurezza

HAVAL ha deciso di dotare la sua H2 di tutte le più moderne tecnologie. Già nell’allestimento base troviamo tutto quello di cui abbiamo bisogno, compresi radio, Bluetooth, Cruise Control, ingresso keyless, freno di stazionamento elettrico, comandi al volante, clima automatico bizona e sistema start&stop.

Dentro al bracciolo ci sono poi una presa 12V e una presa USB. La dotazione va a completarsi con tutti i più avanzati sistemi di sicurezza alla guida, sia attiva sia passiva, tra cui la chiusura automatica delle porte a 15km/h, frenata automatica con riconoscimento dei pedoni, ABS e soprattutto un ESP Bosch 9.2 (a conferma della qualità dei materiali scelta per l’assemblaggio). Non mancano naturalmente i sensori di parcheggio, la retrocamera, e il sensore di angolo cieco sugli specchietti retrovisori. Questi sistemi le hanno permesso di ottenere la certificazione cinquestelle C-NCAP (la certificazione di sicurezza vigente in Cina).

Motorizzazione, consumi dichiarati e prezzi

Al lancio, la HAVAL H2 sarà venduta solamente con un motore 1.5 Turbo Benzina Euro 6.2 o GPL (quest’ultimo sviluppato e assemblato in Italia) con potenza di 103kW o 140 cavalli e una coppia massima di 196 N/m. HAVAL ha un consumo di 7,5 litri ogni 100km. Il vero asso nella manica di questo HAVAL H2 è sicuramente il prezzo: l’azienda cinese commercializzerà il suo SUV compatto con due soli allestimenti: EASY e PREMIUM. Il primo ha un prezzo di lancio di €17.900 (già dotato di tutti i sistemi di sicurezza enunciati sopra). L’allestimento Premium, che costerà invece 19.900€ aggiunge anche gli specchietti retrovisori richiudibili elettronicamente, lo schermo touch da 8’’ con retrocamera, il tettuccio panoramico apribile e i sedili in pelle regolabili elettronicamente.

Latest news
IN EVIDENZA