Lugano Elegance porta Pebble Beach in Canton Ticino

di Andrea Cittadini – foto ®M. Vannetti e S. Silvestrini, S. Giussani

Lugano Elegance, il Concorso di Eleganza per auto storiche giunto alla sua 3a edizione, ha portato Pebble Beach in Ticino! Infatti la maggior parte dei componenti della giuria internazionale di questa edizione 2023, proveniva dal celeberrimo concorso californiano. Ossia dalla più importante manifestazione dedicata alle auto classiche al mondo. Anche gli speaker della manifestazione sono nomi molto noti nel campo delle auto d’epoca. L’autorevolezza e l’importanza di Lugano Elegance crescono di anno in anno, e questa grande professionalità organizzativa viene definitivamente avallata dalla presenza di una giuria d’alto lignaggio e da un plateau di macchine dal grande valore storico ed economico. Nonostante maggio sia sempre imprevedibile, il meteo è stato clemente. La scelta della calendarizzazione è comunque strategica, per andare ad aprire un mese ricco di appuntamenti per gli appassionati: dalla Mille Miglia a Villa d’Este, passando per il FuoriConcorso, senza contare – visto che si svolge ad anni alterni – il G.P. storico di Monte-Carlo. Ormai Lugano Elegance è entrato nel novero dei principali eventi europei dedicati ai veicoli storici. Un traguardo che diverse altre manifestazioni non riescono a raggiungere.

Lugano Elegance affianca Lions in Classic, il raduno d’auto d’epoca ed evento charity del Lions Club Monteceneri nato nel 2013, che ora si svolge il giorno successivo a Lugano Elegance. Ad oggi, l’iniziativa ha permesso di raccogliere e distribuire in beneficenza oltre 150 mila franchi svizzeri. Nel 2018, al rally di regolarità di Lions in Classic è stato abbinato il concorso di eleganza tenutosi quell’anno a Campione d’Italia. Con l’edizione successiva è nato appunto Lugano Elegance. Creatore ed anima delle due manifestazioni, è il collezionista Claudio Mosconi, con il fondamentale supporto di Massimo Albertini e la collaborazione di una grande squadra di volontari.

Il Concorso d’Eleganza, patrocinato dagli enti locali, celebra il patrimonio storico e la bellezza delle automobili di un tempo con un’esposizione nella splendida cornice di Via Nassa e delle piazze nel centro di Lugano, alla quale fa seguito l’imperdibile sfilata sul lungolago.

La scelta di svolgere il concorso d’eleganza nella zona pedonale nel cuore di Lugano e nella giornata del sabato, è stata voluta anche per coinvolgere e sostenere le attività commerciali luganesi.

50 capolavori che hanno fatto la storia dell’automobilismo, si sono sfidati per aggiudicarsi il trofeo di Best of Show, creato in esclusiva da Marco Pagot, celebre disegnatore dei personaggi Calimero e Draghetto Grisù degli omonimi cartoni animati.

Ad aggiudicarsi il premio di Best of Show Lugano Elegance 2023 e anche la sua categoria (Class A – Travelling in Style), è stata la splendida Bugatti Tipo 57 cabriolet carrozzata Gangloff, anno 1938, in un’inedita livrea rossa, di Klaus Dold. La vettura venne disegnata da Jean Bugatti, figlio di Ettore, nel 1934, prima della tragica morte avvenuta nell’agosto del ’39. Come questo esemplare testimonia, la Tipo 57 è stata “vestita” anche da altri celebri carrozzieri dell’epoca, tra cui Gangloff. Con motore 3.3 litri, eroga ben 135 CV ed unisce l’estrema sportività a stile e comfort. La manifestazione ha visto anche la proclamazione di altre nove vincitrici di classe. Tra di esse spicca la nera Alfa Romeo 6C 2500 Villa d’Este del ’49  di Ermanno Keller nell’apposita Classe C – Quadrifoglio, mentre nella Classe E – Gran Turismo, era impossibile non notare la Jaguar E Type 2+2 del 1966 appartenuta a Rita Pavone di colore completamente rosa. La Classe G – Made in Italy ha visto il successo del prototipo Lancia Sibilo Bertone del 1978, disegnato da Marcello Gandini e appartenente alla Collezione Lopresto. La Alvis Cabriolet Graber del ’64 ha vinto la Class H – Travelling to Lugano, in quella che forse era la classe decisione più difficile, dato che ha preceduto la magnifica Tatra T87 del ‘47 e la  Riley RMC del 1950: due modelli anch’essi degni del primato. Tra le “prime della classe” e altri prezzi pregiati esposti, segnaliamo la Migliore Alfa Romeo Conservata, premio sponsorizzato dal RIAR, Registro Italiano Alfa Romeo: l’Alfa Romeo 1750 4. Serie J. Young del 1930. Oltre alla Lagonda 2 Litre low chassis del 1931, alla Iso Grifo A3C Competizione del ’64 disegnata dal genio di Giotto Bizzarrini, scomparso domenica 13 maggio all’età di 96 anni! Bellissima anche la Mercedes Benz 300 SL nel colore giallo senape, le varie Ferrari e Porsche 911 e la Lancia Rally 037 di particolare interesse storico, in quanto utilizzata dall’equipaggio Bettega/Cresto. La domenica seguente a Lugano Elegance, ha avuto luogo il raduno Lions in Classic, alla sua 9° edizione. Da Tamaro i numerosi partecipanti sono partiti in direzione di Lostallo, nei Grigioni, e dopo aver sostenuto diverse prove di regolarità lungo il percorso, hanno concluso la manifestazione a ridosso del pranzo. La cerimonia di proclamazione dei vincitori ha chiuso in bellezza un importante week-end per il Lions Club Monteceneri e gli appassionati di auto d’epoca. E’ già ora di pensare all’edizione 2024 di Lugano Elegance e Lions in Classic. Eventi che non hanno finalità di lucro ma raccolgono fondi per attività caritatevoli a 360°. Manifestazioni che celebrano l’automobile quale fenomeno sociale, culturale, storico, artistico e di design, basti pensare solo futurismo per esempio, ma anche di benessere sociale. Infatti l’auto ha promosso l’emancipazione e la libertà di movimento, ha permesso di viaggiare e di dare vita ai propri sogni, mentre sui campi di gara ha rappresentato sfide di uomini e tecnologie. Non è un elettrodomestico e non è un mezzo da demonizzare, ma un vettore di civiltà che ancora a lungo sarà utile all’uomo.

Latest news
IN EVIDENZA