La Ferrari 296 GT3 debutta alla 24 Ore di Spa

Cinque Ferrari sono attese al via della prova più iconica del GT World Challenge Europe – Endurance Cup, la 24 Ore di Spa-Francorchamps che si disputerà nel fine settimana del 2 luglio sui 7,004 chilometri del tracciato incastonato nella foresta delle Ardenne.

La corsa, organizzata per la prima volta nel 1924 e giunta alla 75ma edizione, vedrà in griglia quattro 296 GT3 – una vettura al debutto nell’impegnativo evento belga – e una 488 GT3 Evo 2020, con la partecipazione di otto piloti ufficiali della Casa di Maranello tra i quali Antonio Fuoco e Nicklas Nielsen, reduci dalla 24 Ore di Le Mans conclusasi con la vittoria, la Hyperpole e il miglior tempo in gara per le Hypercar 499P. Al via anche Lilou Wadoux, vincitrice sulla medesima pista del terzo round del FIA WEC 2023 in LMGTE Am.

La gara scatterà alle 16.30 di sabato 1 luglio (orario locale).

Classe Pro. Nella categoria “regina” sono due le Ferrari 296 GT3 iscritte, entrambe portacolori del team AF Corse – Francorchamps Motors ed affidate a piloti ufficiali del Cavallino Rampante. Sulla vettura numero 71 Daniel Serra, Davide Rigon e Antonio Fuoco si presentano ai nastri di partenza dopo aver ottenuto un quinto posto in occasione della 1000 Chilometri del Paul Ricard andata in scena nel primo fine settimana di giugno, secondo appuntamento della Endurance Cup dopo la tappa inaugurale a Monza. In livrea rossa con dettagli gialli anche la seconda Ferrari – numero 51 – schierata della squadra belga sulla quale Alessio Rovera, Robert Shwartzman e Nicklas Nielsen, settimi in Francia, proveranno a conquistare punti dall’elevato peso specifico per la corsa al titolo. Nella classifica Piloti della Endurance Cup i due equipaggi occupano rispettivamente la settima e la nona casella con 12 e 10 punti prima della 24 Ore.

Altre classi. Nella categoria Bronze il team AF Corse torna sul tracciato di Spa-Francorchamps con due vetture. Sulla 296 GT3 numero 50 si alterneranno Simon Mann, il belga Ulysse de Pauw – laureatosi campione in Silver Cup lo scorso anno nella serie Sprint del GT WC Europe –, Nicolas Varrone e Julien Piguet; mentre sulla 488 GT3 Evo 2020 numero 52 Andrea Bertolini e i compagni Louis e Jef Machiels, che a Le Castellet sono saliti sul secondo gradino del podio, sono affiancati da Lilou Wadoux. La 22enne francese nella stagione in corso è protagonista anche del FIA World Endurance Championship, nel quale insieme a Rovera ha festeggiato uno storico successo di classe nella 6 Ore di Spa-Francorchamps andata sotto i riflettori lo scorso mese di aprile, in condizioni di meteo impegnativo per i piloti, con la pioggia che come da tradizione ha reso ancora più complicata la gara sul tracciato che si caratterizza per frequenti saliscendi e 20 curve.

In classe Pro-Am il team ST Racing with Rinaldi affida a Isaac Tutumlu, Samantha Tan, Jon Miller e Leonard Weiss la 296 GT3 numero 38, reduce dal podio ottenuto al Paul Ricard.
 
Storia e albo d’oro. La tradizione della 24 Ore di Spa-Francorchamps risale al 1924, l’anno dell’edizione inaugurale che seguiva di dodici mesi la prima 24 Ore di Le Mans, in un’epoca nella quale le corsa di durata rappresentavano una sfida non solo contro il cronometro, ma anche con la resistenza fisica dei piloti e l’affidabilità delle vetture da competizione nell’era iniziale dell’automobilismo. La prima vittoria Ferrari fu firmata nel 1949 dalla 166 MM di Luigi Chinetti e Jean Lucas.

Riservata oggigiorno alle vetture di classe GT3 (71 gli equipaggi iscritti nel 2023; la gara è valida anche come terzo atto dell’Intercontinental GT Challenge), negli anni recenti sono stati diversi i successi del Cavallino Rampante. Nel 2021 Alessandro Pier Guidi e Nicklas Nielsen, con Côme Ledogar, festeggiarono un successo assoluto con la 488 GT3 Evo 2020 in una gara che vide il pilota italiano tre volte campione del mondo siglare il sorpasso decisivo a pochi minuti dal traguardo. La medesima vettura, inoltre, ottenne altre tre vittorie di classe nel 2019, nel 2021 e nel 2022, in quest’ultimo caso con Bertolini, Rovera, L. Machiels e Stefano Costantini che salirono sul gradino più alto del podio in Pro-Am. Bertolini, che ha ottenuto due vittorie assolute nella storica corsa belga (nel 2006 e 2008), insieme a Louis Machiels ha inoltre firmato tre successi di classe.

Il programma. Dopo i test riservati ai piloti con licenza Bronze, martedì 27 giugno, il programma in pista proseguirà giovedì 29 con due turni di prove libere, le pre-qualifiche e le qualifiche; venerdì 30 giugno la Superpole decreterà la griglia della 24 Ore che partirà alle 16.30 di sabato 1 luglio (orari locali).

Latest news
IN EVIDENZA