Il motorismo storico piacentino si riunisce domenica a Roveleto

21 settembre 2023 – In occasione della Giornata Nazionale del Veicolo d’epoca, istituita dall’Automotoclub Storico Italiano (ASI), il Club Veicoli Storici Piacenza (CVSP) e il Club Piacentino Auto d’Epoca (CPAE) hanno promosso e organizzato, per domenica 24 settembre, il primo raduno del motorismo piacentino, che vede insieme in un unico evento per la prima volta nella nostra provincia oltre ai due sodalizi promotori, altri 8 enti e associazioni attive da sempre nella valorizzazione e promozione dei mezzi d’epoca, dalle moto alle auto, dai trattori alle moto.

Teatro dell’evento sarà Roveleto di Cadeo: “Mi fa molto piacere avere questa manifestazione sul nostro territorio – commenta Marica Toma, sindaco del Comune di Cadeo che patrocina l’evento –. Il nostro comune è sempre stato caratterizzato dai motori, sia nella produzione sia in sportivi e personaggi del mondo motoristico: pensiamo sicuramente a Tarquinio Provini, ma anche ad altri concittadini. È la prima volta poi che tutti i club si ritrovano per lavorare in rete ed è molto importante. Anche noi come Comune abbiamo coinvolto molte realtà del territorio a partire dalla Pro Loco che organizzerà il pranzo, con il ricavato in beneficenza per la Casa di Iris. Inoltre, ci sarà la camminata Walk in Stornella tra musica e passeggiata, al mattino, che speriamo possa coinvolgere tanta gente come siamo certi lo farà tutto il programma della giornata”.

L’appuntamento per l’inaugurazione è in viale Aldo Moro alle 10.30, con le autorità circondate dai mezzi storici. A seguire si terrà, in sala consiliare, il talk show condotto dal giornalista Paolo Conti che ripercorrerà anche attraverso video e foto la storia di Tarquinio Provini, la cui straordinaria carriera sarà celebrata anche nell’esposizione di cimeli e motociclette con cui ha conquistato la fama di campione assoluto delle due ruote a motore.

Per tutta la giornata sarà visitabile, nel piazzale sul retro del Palazzo comunale la mostra fotografica dedicata alla storia del Circuito automobilistico di Piacenza, inaugurato nel 1947, attraverso gli scatti dello studio Croce nella collezione della famiglia Fioruzzi.

Come detto, il pranzo sarà organizzato dai volontari della Pro Loco di Roveleto nel piazzale delle feste: “Sarà un pranzo seduti – sottolinea il presidente del sodalizio Marco Vallisa – e i cui proventi saranno dati in beneficenza alla Casa di Iris”.

Nel pomeriggio, l’esposizione statica di mezzi storici avrà un momento di affascinante dinamismo attraverso la sfilata dei veicoli lungo un anello intorno a viale Aldo Moro.

“Sono oltre un centinaio i mezzi che parteciperanno – sottolineano all’unisono Giorgio Mazzocchi, presidente del CVSP e Claudio Casali Presidente del CPAE – dalle moto alle auto, dai trattori ai mezzi militari ai camion. Siamo certi che sarà uno spettacolo straordinario per tutti coloro che verranno a vederli, anche grazie alla presenza di mezzi assolutamente iconici nel panorama del motorismo mondiale”.

Tra il centinaio di mezzi annunciati, presentati oltre che da CVSP e CPAE, dai club e associazioni partecipanti all’iniziativa (G.T.A.M. Gruppo Trattori Antichi e Mestieri, Biscioni Piacenza, Circolo Italiano Camion Storici ‘Gino Tassi’, Piacenza Corse Autostoriche, Tracce di Storia, Moto Club d’Epoca Tarquinio Provini, Moto Club Piacenza ‘C. Cavaciuti’, Club VVOMC) sono state annunciate le presenze di alcuni mezzi iconici non solo per gli appassionati del settore, a partire dall’auto di Luciano Carcheri che ha partecipato alla Dakar Classic con il logo e il patrocinio del CVSP, così come pure la moto KTM di proprietà del borgonovese Valter Travaini utilizzata in gara dello stesso Carcheri.  Sempre per le due ruote sarà esposta, tra le altre, la Benelli 250 Corsa di proprietà di Tullio Provini, figlio di Tarquinio, mentre tra i trattori troveremo il primo testa calda prodotto nel 1926 dalla azienda piacentina Bulla.

Latest news
IN EVIDENZA