Podio iridato per la 488 GTE nel FIA WEC

L’epopea della 488 GTE nel mondiale endurance si conclude con la Ferrari numero 54 di AF Corse, portata in gara dal terzetto Thomas Flohr, Francesco Castellacci e Davide Rigon, che completa la stagione al terzo posto assoluto nella graduatoria riservata ai piloti grazie al quarto posto finale ottenuto nella 8 Ore del Bahrain. L’equipaggio, reduce dal successo alla 6 Ore del Fuji, ha preceduto la Ferrari numero 57 di Kessel Racing, quinta sotto la bandiera a scacchi.

Takeshi Kimura, Esteban Masson e Daniel Serra hanno chiuso ad appena 1”7 dai portacolori del team piacentino al termine di una gara solida nonostante condizioni molto difficili a causa del caldo. Nona posizione per la vettura di Richard Mille AF Corse di Louis Perez Companc, Alessio Rovera e Lilou Wadoux, la cui gara è stata condizionata da un contatto nelle fasi iniziali che è costato anche una penalità alla squadra.

Per i vincitori della 6 Ore di Spa-Francorchamps, la stagione è stata comunque positiva e il trio ha ottenuto meno punti rispetto al potenziale dimostrato in gara. Lilou Wadoux, la prima donna ad aggiudicarsi un successo nel FIA WEC, domani sarà protagonista del Rookie Test al volante della 499P che ha conquistato la 24 Ore di Le Mans. Undicesima posizione finale, invece, per la seconda unità di AF Corse, la numero 21 affidata a Franck Dezoteux, Simon Mann e Kei Cozzolino.

Con questa gara, ad un anno di distanza dall’ultima corsa della classe LMGTE Pro, cala il sipario anche sulla classe LMGTE Am e, con essa, la carriera nel mondiale endurance per la 488 GTE. Per la vettura di Maranello, il palmares recita 29 vittorie di cui 17 in classe Pro e 12 in quella Am su 51 partenze che le hanno consentito di raccogliere 4 titoli costruttori (2016, 2017, 2021, 2022), 3 titoli piloti in classe Pro e 3 in classe Am, 3 titoli team in classe Pro e altrettanti in classe Am.              

Latest news
IN EVIDENZA